Navigation Menu

Blog

E qui mi permetto di dire un pò quello che mi pare su architettura, design industriale, urbanistica, nonché pubblicare ogni idea o assurdità… Non si vive di solo pane!

 

Le sponde di Mantova – Masterplan

Posted by on 12:54 in Urbanistica | 0 comments

Le sponde di Mantova – Masterplan

Le proposte di seguito rappresentate costituiscono l’esemplificazione di criteri e di modi intervento possibili per introdurre variazioni, attività e dotazioni, in grado di caratterizzare e valorizzare le varie zone di un determinato territorio. Si tratta dunque di idee e non di progetti conclusi che visualizzano un modo di operare secondo criteri stabiliti per risolvere in modo organico l’inserimento in una realtà ambientale. Talune proposte maggiormente specifiche potrebbero trovare compimento nella realizzazione, ma ciascuna esemplificazione può rappresentare uno strumento didattico di consulenza e di campionatura esemplificativa per poter rendere organicamente solidale la realtà complessiva della città con il suo territorio di contorno ora semplicemente ad esso affiancato. clicca sull’immagine per accedere al masterplan sulla mappa   Nell’ultimo decennio del XII° Sec. Alberto Pitentino, plasmando un acquitrino in parte edificato, dà forma ad una città articolata in un territorio ad essa strettamente connesso, riordina, raduna e organizza nei laghi le acque sparse, ne stabilisce i limiti, i dislivelli e i rapporti per garantirne la movimentazione come forza motrice necessaria alle attività produttive. Questo rapporto integrato in un unico contesto diede vita, nel suo insieme, ad una immagine magica di “città isola” nell’ambito della pianura padana, articolata in un sistema complesso interrelato fatto di case, acqua viva e spazi circostanti di servizio e di protezione. Non si tratta di ispirarsi alla storia gloriosa di Mantova o alle espressioni formali irripetibili lasciateci dal passato e ritenerci pigramente soddisfatti, pensando che la presenza dei laghi ha salvato la città dall’assedio e dalla contaminazione irresponsabile col cemento nelle periferie, e ignorare che la città ha perso gli elementi significativi di un impianto morfologico che la rendeva unica. Questo scrivevamo nel 2010, oggi che almeno il tunnel in zona sparafucile è stato realizzato da altri siamo comunque contenti che qualcuno abbia cominciato a considerare il territorio con occhi più attenti. Ora, visto che le proposte di questo programma sono molteplici ci auguriamo di poterle discutere con chi ha a cuore lo sviluppo urbanistico e territoriale. Masterplan con architetti Marco e Adolfo Poltronieri...

read more

E’ sempre tempo di design

Posted by on 00:31 in Design | 0 comments

E’ sempre tempo di design

Un mio professore diceva che ogni difficoltà è un’occasione, in questo caso credo di aver colto lo spirito della frase. Si, alla faccia della privacy quella che vedete è la mia gamba, frattura e relativa armatura, una meravigliosa intelaiatura che dovrò portare per un pò. Lamentarsi conta poco e un’opera dell’ingegno umano (che ripara un’opera della disattenzione mia),  affascinante per carico tecnico e tecnologico, merita un trattamento migliore che maledizioni ed accidenti. Ricordo Lee Major interpretare “l’uomo da sei milioni di dollari”, Keanu Reeves in “Johnny Mnemonic” (ok! non grandi riferimenti culturali) e io? ecchecavolo ora mi attrezzo… Un Pos per commercianti fratturati. Per i più romantici e gli appuntamenti galanti, un fiore crea l’atmosfera. Anche se con una gamba così non vai lontano un GPS può essere utile. Per maniaci del...

read more